Sentiero Zena Monte delle Formiche

Tempo: ore 4 circa
Dislivello: m 400 in salita e discesa
Lunghezza: Km. 13

 

2-inizio sent.

Imbocco del sentiero da Zena

Il CAI ha riaperto il percorso che da Zena porta al Monte delle Formiche sempre parte dell’815 (lo stesso che passa anche da Gorgognano). Questo sentiero è ricco di punti di interesse come il Castello di Zena, la Torre dell’Erede e il Museo delle Terre a Tazzola .
Per arrivare a Zena, si lascia San Lazzaro proseguendo sempre dritti da Via Bellaria  in direzione Farneto, sempre dritti dopo una ventina di km si arriva a Zena.

L’escursione inizia qualche metro prima di arrivare a Zena. Si va a sx lungo la Via Zena,  sentiero CAI 815. Alt. m 215.

Dopo qualche minuto si giunge al Castello di Zena che sorge sopra una prominenza , formata da banchi d’arenarie e molasse plioceniche. Il Castello (inserito nell’elenco degli Edifici Monumentali della Provincia di Bologna) è un complesso di edifici di diverse epoche con origine nel secolo XII

Castello di Zena qualche anno fa

5-torrione e torre colombaia

Castello di Zena – Il castello è al momento in fase di restauro, si possono vedere alcuni scorci solo dall’esterno

Dopo circa 30 minuti si giunge al borgo della Torre degli Eredi (o della Rete) interessante costruzione del sec. XIV che giace su un colle in una posizione molto panoramica.

38-Torre

Il borgo della Torre degli Eredi.

31-torre

Torre degli Eredi

Proseguedo sul sentiero per ancora mezzora si giunge all’antico borgo di Tazzola con scorci molto panoramici. Particolarità del borgo è la presenza del Museo delle Terre, con una ricca raccolta di pietre, fossili e documenti della Val di Zena ed in particolare di Luigi Fantini (fotografo, speleologo ed esploratore bolognese). Il Museo di proprietà di Lamberto Monti si può visitare su prenotazione telefonandogli al 3336124867; lui vi farà da guida in questo piccolo ma ricco e suggestivo museo. Adatto anche per visite a scopo didattico.

Museo delle Terre. Botroidi di Luigi Fantini ritrovati dentro i fustini di Dash nei sotterranei del Castello di Zena

61

Museo delle Terre

58

Museo delle Terre

Giungendo alla cima del Monte delle Formiche (630m) si gode uno dei più bei panorami dell’appennino, spaziando con lo sguardo tra la Valle dell’Idice e dello Zena. Qui sorge Santa Maria di Zena che distrutta durante la guerra nel 1944 venne ricostruita negli anni cinquanta; ma la nuova chiesa, come dice il Fantini, fa abbondantemente rimpiangere la precedente.

3629455

Paesaggio dal Monte delle Formiche

 

miniatura_300

Santa Maria di Zena