Musei

Dal Mare Preistorico agli Etruschi in tre tappe

La Val di Zena è presente in almeno tre esposizioni museali. Partendo da San Lazzaro, il Museo della preistoria “Luigi Donini” raccoglie numerose testimonianze e reperti ( con belle ricostruzioni ambientali e diorami ) dedicati alla Grotta del Farneto ed alla raccolta di materiali preistorici della collezione Luigi Fantini, di provenienza appenninica.

Nella valle dell’Idice, proprio sotto al Monte delle Formiche, a Monterenzio un altro museo comunale, moderno e didattico, dedicato a Luigi Fantini, il “ricercaro appenninico” come amava definirsi, raccoglie altri manufatti preistorici del paleolitico locale ed una esposizione completa delle testimonianze etrusco-celtiche del Monte Bibele che ha il suo accesso   proprio dalla Val di Zena.

Infine , appena sotto alla cima del Monte delle Formiche, a Tazzola vi è una   sala espositiva   denominata   Museo delle Terre della Val di Zena. Qui è possibile ripercorrere l’affascinante storia dei   mari che hanno creato questa valle, oltre ad una straordinaria raccolta di “Botroidi” che Luigi Fantini scoprì nella zona dove lo Zena si immette nell’Idice, a Pizzocalvo. Si tratta di forme strane, antropomorfe di sabbie conglutinate ed erose dalle acque. Si tratta della raccolta più grande del mondo per questo genere di reperti naturali.

musei

Copyright 2015 Associazione Parco Museale della Val di Zena | All Rights Reserved |